Parrocchia di Sant'Antantonio da Padova

Welcome to Parrocchia di Sant'Antantonio da Padova!

     Modules
· Home
· Accedi
· Adorazione
· Araldi
· Archivio storico
· Contatti
· Downloads
· Facebook
· FAQ
· Invia articolo
· Invia foto
· Meteo
· Nuovo_Utente
· Web Links

     Notizie

     Letture

     Pastorale

     TalkWebradio

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

     Bibbia

     Il Santo oggi

     I santi oggi

 PROGRAMMA PER LA SETTIMANA SANTA 2015

liturgia


(Leggi Tutto... | Voto: 0)

 Consacrazione della famiglia al Cuore Immacolato di Maria

famiglia


(Leggi Tutto... | Voto: 0)

 IL ROSARIO E' ARMA DI PACE E DI PERDONO

Spiritualità



Prima tappa del viaggio del Papa, il Santuario di Pompei. Papa Francesco, giunto poco prima delle 8.00, è stato accolto da migliaia di fedeli festanti. Quindi ha sostato in silenziosa preghiera dinanzi all’immagine della Beata Vergine Maria del Santo Rosario, portata a Pompei da Bartolo Longo nel 1875. Dopo la preghiera silenziosa, la recita della «Piccola Supplica», tratta dalla storica preghiera composta dal Beato Bartolo Longo nel 1883. Di seguito, il testo recitato da Papa Francesco:

“Vergine del Santo Rosario, Madre del Redentore, donna della nostra terra innalzata al di sopra dei cieli, umile serva del Signore, proclamata Regina del mondo, dal profondo delle nostre miserie noi ricorriamo a te. Con fiducia di figli guardiamo il tuo viso dolcissimo.

Coronata di dodici stelle, tu ci porti al mistero del Padre, tu risplendi di Spirito Santo, tu ci doni il tuo Bimbo divino, Gesù, nostra speranza, unica salvezza del mondo. Porgendoci il tuo Rosario, tu ci inviti a fissare il suo volto. Tu ci apri il suo cuore, abisso di gioia e di dolore, di luce e di gloria, mistero del figlio di Dio, fatto uomo per noi. Ai tuoi piedi sulle orme dei Santi ci sentiamo famiglia di Dio.

Madre e modello della Chiesa, tu sei guida e sostegno sicuro. Rendici un cuor solo e un’anima sola, popolo forte in cammino verso la patria del cielo. Ti consegniamo le nostre miserie, le tante strade dell’odio e del sangue, le mille antiche e nuove povertà e soprattutto il nostro peccato. A te ci affidiamo, Madre di misericordia: ottienici il perdono di Dio, aiutaci a costruire un mondo secondo il tuo cuore.

O Rosario benedetto di Maria, catena dolce che ci annoda a Dio, catena d’amore che ci fa fratelli, noi non ti lasceremo mai più. Nelle nostre mani sarai arma di pace e di perdono, stella del nostro cammino. E il bacio a te con l’ultimo respiro ci immergerà in un’onda di luce, nella visione della Madre amata e del Figlio divino, anelito e gioia del nostro cuore con il Padre e lo Spirito Santo”. 

Prima di andare via, un fuoriprogramma. Il Papa si è fermato sul sagrato del Santuario per salutare i fedeli che lo hanno aspettato e vegliato in preghiera per tutta la notte. Queste leparole di Francesco:

“Grazie tante! Grazie tante, per questa calorosa accoglienza. Abbiamo pregato tutti la Madonna, perché ci benedica tutti: a voi, a me, a tutto il mondo. Abbiamo bisogno della Madonna, perché ci custodisca, e tante cose… E pregate per me, non dimenticatevi! Adesso vi invito a pregare tutti insieme una Ave Maria alla Madonna e poi vi darò la benedizione. Ave Maria… (Segue la Benedizione). Arrivederci a presto!”.

(Da Radio Vaticana)



(Leggi Tutto... | Voto: 0)

 I DUE ANNI DI UN PAPA - IL RACCONTO DI DUE ANNI

missione
Papa Francesco, i due anni
di un pontefice che scuote la Chiesa.

Protagonista di grandi cambiamenti in Vaticano, continua a vivere nel segno dell’umiltà. Come quando portò fuori dalla sua stanza una sedia alla guardia svizzera per farla riposare.



(Leggi Tutto... | | Voto: 0)

 INDULGENZE ANNESSE ALLA VIA CRUCIS

sofferenza

dal Manuale delle indulgenze, libreria Editrice Vaticana, 1999 

Si concede l'indulgenza plenaria al fedele che:  

1. nella solenne azione liturgica del Venerdì Santo partecipa devotamente all'adorazione della Croce,  compie il pio esercizio della Via Crucis o vi si unisce devota­mente mentre esso è compiuto dal Sommo Pontefice e viene trasmesso per mezzo della televisione o della radio. Il pio esercizio della Via Crucis rinnova il ricordo dei dolori che il divino Redentore patì nel tragitto dal pre­torio di Pilato, dove fu condannato a morte, fino al monte Calvario, dove per la nostra salvezza morì in croce.     

Per l'acquisto dell'indulgenza plenaria valgono queste norme: I. Il pio esercizio deve essere compiuto dinanzi alle stazioni della Via Crucis legittimamente erette.

2.
Per l'erezione della Via Crucis occorrono quattordi­ci croci, alle quali si sogliono utilmente aggiungere altrettanti quadri o immagini che rappresentano le sta­zioni di Gerusalemme.

3.
Secondo la più comune consuetudine il pio eserci­zio consta di quattordici pie letture, alle quali si aggiungono alcune preghiere vocali. Tuttavia per il compimento del pio esercizio è sufficiente la pia meditazione della Passione e Morte del Signore, e perciò non è necessaria una particolare considerazione sui singoli misteri delle stazioni.

4.
Occorre spostarsi da una stazione all'altra. Se il pio esercizio si compie pubblicamente e il movi­mento di tutti i presenti non può farsi con ordine, basta che si rechi alle singole stazioni almeno chi dirige, mentre gli altri rimangono al loro posto.

5.
I fedeli che sono legittimamente impediti potranno acquistare la medesima indulgenza dedicando alla pia lettura e meditazione della Passione e Morte di nostro Signore Gesù Cristo un certo spazio di tempo, ad esempio, un quarto d'ora.

6. Al pio esercizio della Via Crucis sono equiparati, anche per quanto riguarda l'indulgenza, gli altri pii esercizi, approvati dall'Autorità competente, nei quali si commemora la Passione e la Morte del Signore, sempre mantenendo la divisione in quattordici stazioni.

7.
Presso gli Orientali, dove non esista l'uso di questo pio esercizio, per l'acquisto di questa indulgenza è valido un altro pio esercizio in memoria della Passione e Morte di nostro Signore Gesù Cristo stabilito da Patriarchi ognuno per i propri fedeli.


(Leggi Tutto... | Voto: 0)


Cerca un Sito Cattolico








A devozione del dottor Gerardo Ferraioli - Partita IVA: 04100760653 - Il presente sito non ha scopi di lucro ma serve solo per crescere nella fede cattolica secondo i canoni e le indicazioni della Chiesa Cattolica Romana e senza contraddire il suo insegnamento.

Una preghiera in suffragio delle anime del Purgatorio.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.49 Secondi